La specie umana forse non è la superiore


Stavo leggendo, l’altro giorno, qualcosa sull’anarchia.

Forse guidato dalla voglia di scoprire le più diverse forme di organizzazione che l’uomo si è dato.

Da Wikipedia:

” L’anarchia (dal greco antico: ἀνα-ἀρχή, senza-governo) è una concezione politica basata sull’idea di un ordine fondato sull’autonomia e la libertà degli individui, contrapposto ad ogni forma di Stato e di potere costituito.”

E poi:

“L’idea di Anarchia prevede, a livello sociale, che individui e collettività scelgano per relazionarsi fra loro un insieme di rapporti non-autoritari.

Anarchia è anche la ricerca e sperimentazione di una organizzazione sociale orizzontale.

Una società anarchica è una società che vuole basarsi sul libero accordo, sulla solidarietà, sulle libere associazioni, sulle unioni, sul rispetto per la singola individualità che non volesse farne parte, secondo il principio che le decisioni valgono solo per chi le accetta.

In una società anarchica si rifiutano quindi leggi, comandi, imposizioni, principi fondati sul volere della maggioranza, rappresentanze, discriminazioni, guerre come metodo per risolvere contrasti, realizzando la gestione ed il superamento dei conflitti attraverso chiarimenti ed accordi tra i diretti interessati.

Nessuna teoria anarchica ha mai teorizzato l’assenza di regole e di interazioni sociali, in quanto l’anarchismo non lascia nulla al caso-caos, ma propone un nuovo modo di concepire la società, costruito intorno a norme e/o principi etici egualitari, condivisi e non imposti dall’alto.”

Devo ammetterlo, ero ignorante. Ho collegato l’idea di Anarchia al solito concetto di caos, disordine, assenza di regole. Ma l’idea politica di anarchia non è questa. È molto più complessa…

E potrebbe essere un’idea fattibile?

Analizzando le caratteristiche dell’essere umano di adesso, penso proprio di no.

L’organizzazione anarchica prevederebbe un tipo di Uomo perfetto, in grado di autoregolamentarsi senza costrizioni sugli altri, caratterizzato da uno spiccato senso di solidarietà, altruismo e soprattutto un innato senso civico. Elementi che non fanno proprio parte di buona parte della popolazione umana.

L’Uomo necessita di strutture autoritarie che lo regolino in diversi ambiti della sua vita. Non può farne a meno per via della sua stessa natura. Un tipo orizzontale di organizzazione è un’utopia considerando le condizioni odierne. Già si fà fatica a non fare le guerre, figuriamoci basare la società sul sistema anarchico.

Ma allora, se non la specie umana, ne esiste un’altra la cui organizzazione somigli il più possibile a quella anarchica?

Le altre specie animali?